Eugenio' Post

Successo! Approvate le norme sull’autismo per sostenere le startup sociali

Successo! Sono state approvate le norme sull’autismo per sostenere le startup sociali e favorire l’inclusione lavorativa.

La scorsa notte le Commissioni riunite Finanze e Lavoro del Senato hanno approvato l’emendamento che avevo presentato al decreto fiscale – che porta la firma anche di tutti i gruppi parlamentari presenti in Senato – e che prevede una novità assoluta nel nostro ordinamento, riconoscendo importanti sgravi fiscali e contributivi per tutte quelle imprese innovative che assumono, come dipendenti o collaboratori a qualsiasi titolo, lavoratori con disturbo dello spettro autistico, nella misura di due terzi del personale.

In particolare: per le start-up sociali gli utili d’esercizio saranno esenti per 5 anni dall’imposta sul reddito e dall’IRAP ed inoltre sarà concesso per un triennio un incentivo previdenziale nella misura del 70% della retribuzione mensile lorda dei lavoratori

Leggi di più


Solo per nerd della politica…

Il voto a Milano merita qualche considerazione sulla partecipazione e sulle preferenze attribuite dagli elettori ai Candidati in Consiglio comunale (soprattutto in “casa mia”). Ho fatto qualche valutazione confrontando i numeri del 2021 con quelli del 2016.

I votanti sono complessivamente calati: da 550.194 del 2016 (partecipazione al 54,65%) sono scesi a 491.141 (partecipazione al 47,72%, la più bassa di sempre per Milano), cioè con una diminuzione di 59.053 elettori.

Questa minore partecipazione non sembra però aver colpito in egual misura i due schieramenti,

Leggi di più


Gli insegnamenti del voto nei Comuni

La tornata elettorale premia il PD e il centrosinistra. Nelle grandi città come nei piccoli centri vincono i Sindaci uscenti che hanno saputo stare vicino alla propria comunità – con un “dividendo buona gestione pandemia” che perdura – e i candidati che garantiscono radicamento e pragmatismo, che sanno connettersi con il territorio e le persone.

L’astensione – prevista dai sondaggisti, anche per i timori legati al Covid – è stata alta e andrà indagata: ma in molte realtà, a partire da Milano, i suffragi per il centrosinistra sono cresciuti. È possibile che chi è rimasto a casa non abbia gradito i candidati o non sia stato soddisfatto dell’offerta politica del momento.

Altri tre dati interessanti che emergono dal voto:
– il populismo di destra e di sinistra è al capolinea;
– vincono

Leggi di più


Imposta di successione: un’occasione per rendere il fisco più equo

La proposta avanzata da Enrico Letta sta suscitando un acceso dibattito e anche molte critiche.
Prima di chiarire alcuni aspetti della proposta, credo sia utile fare una premessa: credo fermamente che l’Italia abbia bisogno di rivedere totalmente il suo sistema fiscale. Un Paese in cui le tasse sulle rendite sono ridicole mentre redditi da lavoro e redditi da impresa schiacciano i cittadini, è un Paese dove vivono disuguaglianze da correggere profondamente.

Siccome il post è lungo, vado subito al dunque: io condivido l’idea che le sostanziose

Leggi di più


Ho deciso di tornare nel PD

Un anno e mezzo fa aderii ad Italia Viva. Chi mi conosce sa che fu una scelta sofferta. Per diverse ragioni: per la mia storia politica, per il mio percorso, per il radicamento sul territorio, per i legami costruiti dentro una comunità che mi ha visto crescere nell’impegno politico ed istituzionale, per il constante confronto con i Sindaci e gli Amministratori ai quali sono rimasto legatissimo, per l’esperienza vissuta. Seguire Matteo Renzi mi sembrò il modo di rimanere coerente al percorso politico che avevo fatto; lasciare il PD per entrare in Italia Viva fu però una scelta dettata dalla convinzione che in quel momento si potesse e dovesse costruire, fuori dal PD, “una casa dei riformisti” in grado di allargare il campo del centrosinistra.

In poco più di un anno –

Leggi di più


Cosa ci insegnano le morti di Attanasio e Iacovacci

Sono rientrati in Italia avvolti dal Tricolore i corpi dell’Ambasciatore Luca Attanasio e del Carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi tragicamente in Congo.

In questi due giorni il mio pensiero è corso spesso a questi due giovani servitori dello Stato morti ingiustamente mentre svolgevano le loro funzioni.

C’è un aspetto sul quale indugio e mi fa riflettere. L’Ambasciatore Attanasio – da quanto ho letto e da quanto mi è stato riferito – non si è fermato a rappresentare l’Italia in Congo e ad essere riferimento per i nostri connazionali presenti nel Paese africano: ha voluto farsi prossimo e parte attiva, con la moglie, per aiutare le popolazioni locali, in particolare i bambini più poveri. La sua formazione cristiana ha certamente inciso in questo suo modo di interpretare il proprio ruolo istituzionale. Essere sale

Leggi di più


Un anno di pandemia

È trascorso un anno da quando, la mattina di venerdì 21 febbraio 2020, ci svegliammo con la notizia che era stato individuato il primo caso di Coronavirus in Italia: un uomo di 38 anni di Codogno, ricoverato in terapia intensiva nell’ospedale della sua città.

Avevamo ancora nella mente e negli occhi quelle incredibili immagini di una desolata Wuhan, in Cina, dove i contagiati venivano strappati da casa da personale che pareva pronto a salire su un’astronave. Ricordo che nei giorni precedenti, di fronte a quelle immagini, mi interrogavo distrattamente chiedendomi: “Ma se il virus arrivasse da noi, in Europa, che accadrebbe…?”. Ecco: lo sconosciuto coronavirus era arrivato anche in Italia, primo Paese occidentale ad individuarlo, dopo la diffusione in Cina e l’identificazione in Iran. Da quella mattina del 21 febbraio 2020

Leggi di più


Fiducia al Governo Draghi (da casa…)

“Spesso mi sono chiesto se noi, e mi riferisco prima di tutto alla mia generazione, abbiamo fatto e stiamo facendo per loro tutto quello che i nostri nonni e padri fecero per noi, sacrificandosi oltre misura […] Nella speranza che i giovani italiani che prenderanno il nostro posto, anche qui in questa aula, ci ringrazino per il nostro lavoro e non abbiano di che rimproverarci per il nostro egoismo”.

Il senso di responsabilità verso le future generazioni. La consapevolezza del compito che ci viene affidato in questo tempo. L’obbligo di contribuire alla costruzione dell’Italia dei prossimi decenni. Il dovere di farlo salvaguardando la salute del nostro Pianeta.

Europa, giovani, salute, sviluppo sostenibile, lavoro, occupazione, scuola, formazione, donne, turismo, investimenti, diritti, riforme. Non sono stati un elenco della spesa, ma obiettivi programmatici legati

Leggi di più


E alla fine, il Covid…

In questo difficile anno ho incrociato e sfiorato il Covid più volte, riuscendo sempre a cavarmela, grazie al continuo e scrupoloso rispetto delle regole. Questa volta, in questo frangente già così complicato, non ce l’ho fatta a dribblarlo: sono risultato positivo al Covid, come accaduto ad un altro membro della mia famiglia.

Mi trovo quindi a vivere questa dimensione un po’ ignota, ma consapevole e rinfrancato del fatto che la medicina in questo anno ha fatto passi da gigante per gestire e curare questa malattia. Penso ai numerosi amici e persone che conosco che hanno già affrontato

Leggi di più


Un bel giorno

Joe Biden è ufficialmente il 46esimo Presidente degli Stati Uniti d’America. Avrà un arduo compito: ricucire i conflitti, mettersi alle spalle le tensioni che la gestione Trump ha creato, risollevare l’America duramente colpita dal Covid, riaprire alla multilateralità internazionale.

Non sarà facile, ma oggi è un bel giorno.

Con Joe Biden e la sua vice Kamala Harris, l’America è finalmente in buone mani. E l’Italia e l’Europa sono felici di stringerle.

Leggi di più