lampedusa

A proposito di clandestini e morti in mare

Lo scrivo con la delicatezza che la questione richiede, ma senza tentennamenti: io condivido la scelta di cancellare il reato di clandestinità perché reputo un’aberrazione la scelta che fu fatta a suo tempo; deve però essere una scelta non ideologica, ma che tenga debitamente conto delle conseguenze che comporterebbe e che quindi deve prevedere adeguate misure, non solo cancellazioni di precedenti norme.

Ma ritengo pericoloso e demagogico associare la cancellazione di quella assurda ed inumana disposizione legislativa alla vicenda dei barconi e dei massacri in mare ai quali abbiamo tristemente e dolorosamente assistito anche in questi giorni.

Non sarà la cancellazione da parte dell’Italia

Leggi di più