Alla Camera dei Deputati si è parlato del CAG Labirinto: #chitiamanontimena

Lunedì 3 giugno alla Camera dei Deputati – nel corso del dibattito sulle iniziative volte al contrasto di ogni forma di violenza nei confronti delle donne – sono stati citati anche il Centro di Aggregazione Giovanile “Labirinto” della nostra città e il video realizzato dai nostri ragazzi risultato vincitore del concorso della Provincia.

Non capitano tutti i giorni riconoscimenti di questo genere… :-)

La citazione è opera e merito dell’onorevole Simona Malpezzi, deputata del PD eletta a Milano e residente a Pioltello (e insegnante presso l’ITSOS di Cernusco).

Bellissimo e appassionato il suo intervento alla Camera, un riconoscimento significativo al lavoro fatto dai giovani dei CAG dei nostri Comuni, un riconoscimento importante per chi ogni giorno lavora sui nostri territori per le politiche giovanili come educatore e come tecnico, un riconoscimento incoraggiante per gli Amministratori locali che difendono gli investimenti sui giovani.

Bello anche l’orgoglio di sentirsi parte di un territorio (quello dell’Adda-Martesana) che sa fare delle politiche giovanili un proprio fiore all’occhiello.

Cito un pezzo del suo intervento, che può essere visto ed ascoltato nel video qui sotto postato: “…la caparbietà degli amministratori locali che lottano quotidianamente perché non hanno fondi, ma che non tagliano di un euro le politiche giovanili, perché ci credono. Queste non devono essere le eccezioni, ma la norma. (…). Chiederò il patrocinio per il video vincitore del CAG “Labirinto” di Cernusco sul Naviglio – che poi è uno spot contro la violenza di genere – e lo chiederò alla Presidenza del Consiglio dei Ministri affinché questo cortometraggio possa circolare: sono i ragazzi che parlano ai ragazzi, sono i coetanei che parlano ai loro coetanei…”.

Ringrazio l’onorevole Malpezzi per le parole che ha usato rispetto al tema trattato e per aver voluto citare le nostre positive esperienze; e ne approfitto per ringraziarla della costante attenzione che dedica ai nostri territorio.

Il video termina senza che si possa ascoltare il finale; ecco qui le parole con le quali l’onorevole Simona Malpezzi ha concluso il proprio intervento: “(…) Solo credendoci, investendo e collaborando, riusciremo a realizzare quella rivoluzione culturale che potrà scardinare quei retaggi di subalternità che ancora oggi – e ne abbiamo purtroppo gli esempi – rischiano di mascherare la violenza come gesto d’amore, giustificandola come forma di gelosia e quindi rendendola accettabile. I ragazzi del CAG Labirinto lo dicono chiaro nel loro video: chi ti ama non ti mena!

Eugenio

Post A Reply