Etica, impegno civile, cambiamento: perché scegliere Ambrosoli

Di seguito il mio intervento in vista delle prossime elezioni regionali su DemocraticaMente, il periodico del PD di Cernusco in distribuzione in questi giorni nelle caselle della posta.

Etica, impegno civile, cambiamento: perché scegliere Ambrosoli
Eugenio Comincini : “È la persona giusta per rimettere al centro sviluppo, lavoro, legalità”

Ho conosciuto Umberto Ambrosoli nel 2010, quando la nostra Amministrazione decise di intitolare una nuova strada della città alla memoria dell’avv. Giorgio Ambrosoli, “l’eroe borghese”, padre di Umberto. Venne alla cerimonia di inaugurazione della strada e poi, in Sala Consiliare, tenne una memorabile conferenza parlando di legalità, etica, giustizia, responsabilità e impegno civile.

Tra l’inaugurazione di via Ambrosoli e la conferenza a villa Greppi facemmo una passeggiata per le vie del centro, chiacchierando. Allora si faceva il suo nome come di un possibile candidato alla carica di Sindaco di Milano e lui mi preannunciò che non avrebbe accettato la candidatura. “Peccato”, gli dissi, perché ascoltandolo e conoscendolo si comprende subito come Umberto Ambrosoli sia una persona potentemente libera, che per qualità e doti personali sa unire, sa andare oltre il consenso tradizionale dei partiti, sa trasmettere fiducia e costruire relazioni partendo da valori condivisi. “Peccato”, gli dissi. Ma mi dissi anche che in futuro ci sarebbe certamente stata un’altra occasione per mettere a frutto le sue doti e valorizzare le sue capacità per un progetto condiviso, che consentisse di allargare la partecipazione civica e mettere al centro della proposta l’etica, l’impegno civile per la comunità, progetti innovativi per far crescere il bene comune.

Da quell’incontro cernuschese, con Umberto Ambrosoli mi sono incontrato e sentito altre volte e in occasione della scelta del candidato del centrosinistra per la guida della Regione Lombardia non ho mancato di sollecitare e sostenere il suo impegno. Quell’occasione attesa è ora arrivata e la sua candidatura alla presidenza della Regione Lombardia, fortemente voluta dal Partito Democratico, rappresenta davvero un’opportunità straordinaria per rigenerare la Regione stessa e la politica: dopo i molti scandali è giunta l’ora di attuare il cambiamento e il rinnovamento necessari. E le candidature espresse dal Pd sono perfettamente in linea con questo spirito e con questa idea di buona politica.

Umberto Ambrosoli – per la sua storia, per la sua formazione, per le sue qualità – è la persona giusta che può accompagnare le nostre comunità a voltare pagina e consentire alla Regione Lombardia di rimettere al centro della propria azione l’Europa, lo sviluppo, il lavoro, la legalità. Lo sostengo convintamente, certo che saprà intercettare il desiderio dei lombardi di cambiamento!

Eugenio Comincini

Eugenio

Post A Reply